Aperto:Lun - Ven, 8:00 - 17:00 - Sab, 08:00 - 13:00
Viale Toselli, 94/F - SIENA
Chiamaci0577 222224

CONVENZIONE CON IL SISTEMA SANITARIO NAZIONALE (SSN)

I trattamenti di Fecondazione Assistita possono essere effettuati anche in regime di convenzione con il Sistema Sanitario Nazionale.

Per l’accesso alle procedure di procreazione medicalmente assistita con oneri a carico del SSN, la coppia deve rispondere ai seguenti requisiti:

  • Essere residenti nell’area USL sudest, (Siena, Arezzo, Grosseto e Provincia)
  • Essere residenti fuori dalla Regione Toscana
  • Età della partner femminile minore a 43 anni (42 e 363 Giorni) il giorno del trattamento
  • Non aver usufruito precedentemente di più di 3 prestazioni di PMA di I livello (4 cicli totali) e di più di 2 prestazioni di PMA di II livello (3 cicli totali) secondo quanto stabilito dalla delibera della Regione Toscana n°837/2014. Il numero di tentativi è da intendersi sul territorio nazionale, escludendo quelli che sono i tentativi effettuati in regime privato.

La Regione Toscana, richiede per l’esecuzione delle prestazioni in convenzione, un nullaosta per i pazienti provenienti da alcune Regioni che non hanno le prestazioni di PMA nei propri LEA (livelli essenziali di assistenza).

L’autorizzazione non ha scadenza ma ha validità per un solo trattamento, esaurito il quale sarà necessario chiederne una nuova.
Regioni che non necessitano di autorizzazione presso la Asl di appartenenza: Umbria, Emilia Romagna, Basilicata, Lombardia Piemonte (solo per PMA omologa), Friuli Venezia Giulia.
Regioni che necessitano di autorizzazione presso la Asl di appartenenza: le pazienti provenienti da: Lazio, Marche, Liguria, Piemonte (per PMA eterologa), Abruzzo, Calabria, Sicilia, Veneto, Trentino alto Adige, Campania.

Regioni escluse: Puglia, Valle d’Aosta, Molise Sardegna. Le coppie provenienti da tali Regioni non possono accedere in regime di convenzione ai trattamenti in quanto non autorizzati dalla Regione di appartenenza.

Documentazione necessaria:

1. Impegnativa, a nome della paziente, sul ricettario regionale del proprio medico curante completa di data di nascita, codice fiscale, firma e timbro ben visibile del medico, data di emissione oltre ad una delle seguenti indicazioni in base al trattamento previsto:

– “inseminazione intrauterina”
– “ciclo di fertilizzazione in vitro con o senza iniezione intracitoplasmatica dei gameti”
– “inseminazione intrauterina con donazione di gameti maschili”
– “fecondazione in vitro da donazione di ovociti” e “reperimento di ovociti da banche”
– “fecondazione in vitro da donazione di gameti maschili” e “reperimento di gameti maschili da banche”

Qualora le impegnative non fossero complete (data di emissione, codice fiscale e codice regionale) la richiesta risulterà non valida.

2. Modulo di autocertificazione, a nome della donna, del numero di cicli di I o II livello effettuati in Regione Toscana da compilare in data successiva a quella riportata nella richiesta sul ricettario regionale.

3. Fotocopia fronte/retro della tessera sanitaria della donna;

4. Fotocopia fronte/retro dei documenti d’identità, in corso di validità, sia della donna che dell’uomo;

Qualora la coppia, non presentasse i requisiti richiesti, o la regione di residenza non prevedesse nei propri LEA i trattamenti di PMA, il nostro Centro, offre la possibilità di accedere al trattamento in regime privato proponendo una “tariffa speciale”.